8 maggio madonna del rosario di pompei


Nota anche come Madonna del Rosario di Pompei, tale festività deriva da un’apparizione di Maria a San Domenico a Prouille, nel 1208. Vedete, o Madre, quanti pericoli nell'anima e nel corpo ne circondano: quante calamità e afflizioni ne costringono! Si tratta di una curiosità che conoscono veramente in pochissimi, anche tra i più devoti alla Madonna di Pompei. Tu mi hai da salvare. Salve, o Regina.... PARTECIPA per conoscere le preghiere e le devozioni del giorno. MADONNA DI POMPEI . La Chiesa cattolica celebra la festa della Madonna del Rosario anche il 7 ottobre. O Madre, trattenete il braccio della giustizia del vostro Figliuolo sdegnato e vincete colla clemenza il cuore dei peccatori: sono pur nostri fratelli e figli vostri, che costarono sangue al dolce Gesù, e trafitture di coltello al vostro sensibilissimo Cuore. siamo I numeri dei fedeli aumentano di anno in anno ed hanno avuto una impennata negli ultimi anno dopo che Bartolo Longo, un uomo dalla profonda spiritualità che a Pompei ha creato numerose opere di beneficenza, è stato dichiarato beato da Giovanni Paolo II. secoli. Il Beato, infatti, secondo la tradizione popolare, sentì un giorno la Vergine Maria pronunciare la seguente frase mentre passeggiava in mezzo ai campi: “Se propaghi il Rosario sarai salvo!”. La Beata Vergine del Rosario di Pompei, detta anche Madonna di Pompei, si celebra l’8 maggio, giorno in cui migliaia e migliaia di devoti si rivolgono a Lei, recandosi in pellegrinaggio presso il Santuario o nelle chiese di ogni angolo del mondo, recitando il Rosario e la … Trattasi del dipinto che ancora oggi è sistemato alle spalle dell’altare del Santuario pompeiano. Che vi costa il salvarci? Voi, dunque, come nostra Madre, siete la nostra Avvocata, la nostra Speranza. Anche il Bambino Gesù, posto sul suo grembo, consegna una coroncina a San Domenico di Guzman, situato alla sua destra. Membro dello staff direttivo dell'Associazione culturale Heracles 2015, giornalista pubblicista dal maggio 2017, attualmente collabora con Il Giornale Off, approfondimento culturale online del quotidiano milanese. © Psb Privacy e Sicurezza - TESTATA GIORNALISTICA ONLINE RICONOSCIUTA DAL TRIBUNALE DI NAPOLI CON AUTORIZZAZIONE N.43 DEL 18/10/2018 - Per informazioni : redazione@psbprivacyesicurezza.it, Madonna del Rosario: a Pompei il rito della supplica dell’8 maggio, 8 settembre 1943 e la conduzione sbagliata della resa, Garibaldi entrò a Napoli il 7 settembre del 1860, L’esilio di Romolo Augusto a Castel dell’Ovo, Tolkien: l’uomo dietro il Fantasy moderno. Benedite il nostro Vescovo, i Sacerdoti e particolarmente tutti coloro che zelano l'onore del vostro Santuario. Siate ovunque benedetta, oggi e sempre, in terra e in cielo. O Rosario benedetto di Maria; Catena dolce che ci rannodi a Dio; Vincolo di amore che ci unisci agli Angeli; Torre di salvezza negli assalti d'inferno; Porto sicuro nel comune naufragio, noi non ti lasceremo mai più. 2. E noi gementi stendiamo a Voi le mani supplichevoli, gridando: Misericordia! Benedite infine tutti gli Associati al vostro novello Tempio di Pompei, e quanti coltivano e promuovono la divozione al vostro Santo Rosario. Vergine e Regina del Santo Rosario, Figlia del Padre Celeste, Madre dei Figlio divino, Sposa dello Spirito Santo, Tu che tutto puoi presso la Santissima Trinità, impetra questa grazia a me necessaria, purché non sia di ostacolo alla mia salvezza eterna…; Te la domando per la tua Immacolata Concezione, per la tua divina Maternità, per i tuoi Così spero e così sia. Dove Il Bambino che noi vediamo sulle vostre ginocchia, e la mistica corona che miriamo nella vostra mano, c'ispirano fiducia che noi saremo esauditi. III. Scritto da (Redazione), giovedì 7 maggio 2020 11:21:37 Ultimo aggiornamento giovedì 7 maggio 2020 11:21:37 "Monstra te esse Matrem"; mentre con tutto il cuore Ti saluto e Ti invoco mia Sovrana e Regina. sito, (da recitarsi l'8 maggio e la prima domenica di ottobre a mezzogiorno). Secondo la tradizione fu San Domenico di Guzmàn, nella prima metà del Duecento, a divulgarlo attraverso l’ordine di frati predicatori da lui stesso fondato. A comporre la preghiera mariana fu proprio il fondatore del Santuario di Pompei, il Beato Bartolo Longo. - Che vi costa, o Maria, l'esaudirci? O Augusta Regina delle vittorie, o Vergine sovrana del Paradiso, al cui nome potente si rallegrano i cieli e tremano per terrore gli abissi, o Regina gloriosa del Santissimo Rosario, noi tutti, avventurati figli vostri, che la bontà vostra ha prescelti in questo secolo ad innalzarvi un Tempio in Pompei, qui prostrati ai vostri piedi, in questo giorno solennissimo della festa dei novelli vostri trionfi sulla terra degl'idoli e dei demoni, effondiamo con lacrime gli affetti del nostro cuore, e con la confidenza di figli vi esponiamo le nostre miserie. Tu ci sarai conforto nell'ora di agonia; a te l'ultimo bacio della vita che si spegne. La decisione spetta alla Congregazione delle Cause dei Santi e a papa Francesco. Bacheca SUPPLICA ALLA MADONNA DI POMPEI (da recitarsi l'8 maggio e la prima domenica di ottobre a mezzogiorno) I. Nove anni prima di questo evento, Bartolo Longo aveva già iniziato a diffondere notevolmente il culto della Madonna del Rosario. L'8 maggio è il giorno della supplica alla Madonna di Pompei, che si ripeterà anche la prima domenica di ottobre, giorno in cui la Chiesa cattolica celebra la Madonna come Regina del Santo Rosario. In particolare, uno dei suoi “alfieri” fu, in Campania, il Beato Bartolo Longo. La supplica alla Madonna di Pompei si tiene due volte all’anno: il 7 ottobre, data della Madonna del Rosario, e l’8 maggio, data legata alla devozione a san Michele Arcangelo. II. Deh! Oltre alla prima domenica di ottobre, l’altra è quella di domani 8 maggio, in quanto, in questo giorno, si ricorda la posa della prima pietra del Santuario pompeiano. da quel trono di clemenza ove sedete Regina, volgete, o Maria, lo sguardo vostro pietoso verso di noi, su tutte le nostre famiglie, sull'Italia, sull'Europa, su tutta la Chiesa; e vi prenda compassione degli affanni in cui volgiamo e dei travagli che ne amareggiano la vita. III. E l'ultimo accento delle smorte labbra sarà il nome vostro soave, Regina del Rosario della Valle di Pompei, o Madre nostra cara, o unico Rifugio dei peccatori, o sovrana Consolatrice dei mesti. In Te confido, da Te tutto spero. Abbiamo bisogno della Madonna, perché ci custodisca. 3. Concedete a tutti noi l'amore vostro costante, e in modo speciale la vostra materna benedizione. II. SOMMARIO, Cappellina Oggi mostratevi a tutti, qual siete, Regina di pace e di perdono. Da quel luogo dov'erano adorati idoli e demoni, Tu oggi, come Madre della divina grazia, spargi i tesori delle celesti misericordie. Nella Chiesa Cattolica il culto della Madonna del Rosario ha antiche origini. O Vergine Immacolata, Regina del Rosario, in questi tempi di morta fede e di empietà trionfante hai voluto piantare il tuo seggio di Regina e di Madre sull'antica terra di Pompei. Longo). Il vostro dominio si estende fino all'inferno, e Voi sola ci strappate dalle mani di Satana, o – È vero, è vero che noi per primi, benché vostri figliuoli, coi peccati torniamo a crocifiggere in cuor nostro Gesù, e trafiggiamo novellamente il vostro Cuore. Divenuto terziario domenicano, Longo si stabilì definitivamente in Campania, e nello specifico a Pompei, durante i primi anni dell’Unità d’Italia, grazie a Marianna De Fusco. E quel testamento di un Dio, suggellato col sangue di un Uomo-Dio, vi dichiarava Madre nostra, Madre dei peccatori. Là Tu come Regina delle Vittorie levasti la tua voce potente per chiamare d'ogni parte d'Italia e del mondo i devoti tuoi figli ad erigerti un tempio. Che se dite di non volerci aiutare, perché figli ingrati ed immeritevoli della vostra protezione, diteci almeno a chi altri mai dobbiamo ricorrere per essere liberati da tanti flagelli. Voi distendete il vostro dominio per quanto son distesi i cieli, e a Voi la terra e le creature tutte che in essa abitano sono soggette. Voi siete l'Onnipotente per grazia. Le date in cui la “supplica” alla Madonna del Rosario, composta dal Beato Bartolo Longo, viene recitata sono due. No, non ci leveremo dai vostri piedi, non ci staccheremo dalle vostre ginocchia, finché non ci avrete benedetti. Per commemorare questo evento si svolgerà domani mattina, alle ore 12, la recita della supplica in onore della Madonna del Rosario. Ma Tu sei Speranza di chi dispera, grande Mediatrice tra l'uomo e Dio, potente nostra Avvocata presso il trono dell'Altissimo, Rifugio dei peccatori! Vedete, o Madre, quanti pericoli nell'anima e nel corpo ne circondano: quante calamità e afflizioni ne costringono! Il vostro Cuore di Madre non patirà di veder noi, vostri figli, perduti. Nel mese di aprile 2018 conseguirà il Diploma di Specializzazione in beni archeologici, titolo equipollente al dottorato di ricerca, necessario per l'accesso ad incarichi professionali presso il Mibact. Così sia. Adesso vi invito a recitare tutti insieme un’Ave Maria alla Madonna e poi vi darò la Benedizione. Nel pomeriggio dell’8 maggio, alle 18 si reciterà il Santo Rosario, seguito alle 18.30 dall’inizio della novena di ringraziamento e dalla santa messa che si concluderà con la chiusura del Quadro della Madonna di Pompei. E pregate per me, non dimenticatevi. L'8 maggio è il giorno della supplica alla Madonna di Pompei, che si ripeterà anche la prima domenica di ottobre, giorno in cui la Chiesa cattolica celebra la Madonna come Regina del Santo Rosario. O Dio, vieni a salvarmi. HOME Il vostro dominio si estende fino all'inferno, e Voi sola ci strappate dalle mani di Satana, o Maria. Chiostro Ah, no! Con il cuore sulle labbra con viva fede Ti chiamo e T'invoco: Madre mia, Madre cara, Madre bella, Madre dolcissima, aiutami! Che se dite di non volerci aiutare, perché figli ingrati ed immeritevoli della vostra protezione, diteci almeno a chi altri mai dobbiamo ricorrere per essere liberati da tanti flagelli. Attualmente, la causa di canonizzazione sta procedendo e, se sarà accertato che all’intercessione del beato è attribuibile un miracolo, Longo potrebbe essere presto dichiarato santo. Tuttavia, i fedeli potranno seguire la Santa Messa delle ore 10,30 e la successiva recita della preghiera scritta da Bartolo Longo grazie alla televisione e al web. O Madre, trattenete il braccio della giustizia del vostro Figliuolo sdegnato e vincete colla clemenza il cuore dei peccatori: sono pur nostri fratelli e figli vostri, che costarono sangue al dolce Gesù, e trafitture di coltello al vostro sensibilissimo Cuore. Muoviti a pietà: Tu che sei l'aiuto dei cristiani, liberami da queste tribolazioni in cui verso, Tu che sei la vita nostra, trionfa della morte che minaccia l'anima mia in questi pericoli in cui si trova esposta; ridonami la pace, la tranquillità, l'amore, la salute. La supplica è una pratica devozionale che si celebra da oltre un secolo nel santuario. I. on line Mostrati a me come a tanti altri vera Madre di misericordia: 8 MAGGIO . - È vero, è vero che noi per primi, benché vostri figliuoli, coi peccati torniamo a crocifiggere in cuor nostro Gesù, e trafiggiamo novellamente il vostro Cuore. Pietà, deh! Ai prischi allori della vostra Corona, agli antichi trionfi del vostro Rosario, onde siete chiamata Regina delle vittorie, deh! E quel testamento di un Dio, suggellato col sangue di un Uomo-Dio, vi dichiarava Madre nostra, Madre dei peccatori. E l'ultimo accento delle smorte labbra sarà il nome vostro soave, Regina del Rosario della Valle di Pompei, o Madre nostra cara, o unico Rifugio dei peccatori, o sovrana Consolatrice dei mesti. Voi dunque potete salvarci. Il dipinto della Madonna del Rosario rivelò sin da subito a Pompei la sua miracolosità. anche tu alla cordata di preghiera: UNITI per le FAMIGLIE e i GIOVANI, "le forze deboli quando sono unite diventano forti" (don Di' una parola in mio favore al tuo Figliolo: egli ti esaudirà. Benedite infine tutti gli Associati al vostro novello Tempio di Pompei, e quanti coltivano e promuovono la divozione al vostro Santo Rosario. SUPPLICA ALLA MADONNA DI POMPEI (da recitarsi l’8 maggio e la prima domenica di ottobre a mezzogiorno) I. Ai prischi allori della vostra Corona, agli antichi trionfi del vostro Rosario, onde siete chiamata Regina delle vittorie, deh! Il Bambino che noi vediamo sulle vostre ginocchia, e la mistica corona che miriamo nella vostra mano, c'ispirano fiducia che noi saremo esauditi. La giovane nobildonna, rimasta vedova con cinque figli e numerosi possedimenti da gestire, ricercava un amministratore capace nonché, al tempo stesso, un uomo affidabile sul piano etico. 4. 8 maggio supplica alla Madonna del Rosario di Pompei. pietà oggi imploriamo per le nazioni traviate, per tutta l'Europa, per tutto il mondo, che torni pentito al cuor vostro. siamo gaudii, per i tuoi dolori, per i tuoi trionfi: Te la domando per il Cuore dei tuo Gesù, per quei nove mesi che lo portasti in seno, per la sua morte di croce, per il suo Nome santissimo, per il suo Preziosissimo Sangue. Tra gli eventi prodigiosi segnalati nella storia, si ricorda la guarigione di una ragazza affetta da una forma grave di epilessia e giudicata inguaribile dal medico Antonio Cardarelli. aggiungete ancor questo, o Madre: concedete il trionfo alla Religione e la pace alla umana società. Ove non espressamente indicato, tutti i diritti di sfruttamento ed utilizzazione economica del materiale fotografico presente sul sito Benedite, o Maria, in questo momento, il Sommo Pontefice. Sì, lo confessiamo, siamo meritevoli dei più aspri flagelli. Tu stessa operi continui delle tue materne promesse. (vero testo della Supplica scritta dal beato Bartolo Voi sedete coronata Regina alla destra del vostro Figliuolo, circondata di gloria immortale su tutti i cori degli Angeli. Oggi 8 Maggio si celebra la Madonna del Rosario di Pompei. Per commemorare questo evento si svolgerà domani mattina, alle ore 12, la recita della supplica in onore della Madonna del Rosario. L’origine è stata attribuita all’apparizione di Maria a San Domenico nel 1208 a Prouille, nel primo convento da lui fondato. La supplica è una pratica devozionale che si celebra da oltre un secolo nel santuario della città mariana in provincia di Napoli. Oltre che nel Cinquecento, durante le guerre contro i Turchi, la devozione della Madonna del Rosario raggiunse una notevole diffusione nella seconda metà dell’Ottocento. Per questo scopo, ricevette in dono un quadro raffigurante la Madonna in trono con Gesù Bambino sulle ginocchia, in atto di consegnare la corona del Rosario a santa Caterina da Siena e a san Domenico di Guzman. Longo, inoltre, avvertì la necessità di dare una degna collocazione ad un quadro raffigurante la Madonna, donatogli nel 1875 da una suora di Napoli. Puoi leggere anche. Amen. Originario di Latiano, paese della provincia di Brindisi, il fondatore del Santuario di Pompei visse a Napoli, durante gli anni da studente universitario di Giurisprudenza, un’esperienza di conversione. Amen. Un'ultima grazia noi ora vi chiediamo, o Regina, che non potete negarci in questo giorno solennissimo. Rosario POMPEI – Nel giorno della festa della Madonna del Rosario di Pompei, venerdì 8 maggio, Tv2000 trasmette in diretta dal Santuario la Messa presieduta dall’arcivescovo metropolita di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe, e a seguire, alle ore 12, la recita della Supplica alla Madonna … A livello nazionale, invece, sarà possibile seguire in diretta la Messa e la supplica alla Madonna del Rosario su Tv 2000. Misericordia per tutti, o Madre di Misericordia. Tu stessa operi continui prodigi per chiamare i tuoi figli ad onorarti nel tempio di Pompei. Lo stesso Bartolo Longo, nel 1907, spiegò in una lettera intitolata “perché scegliemmo S. Michele a Difensore e Custode del Santuario di Pompei?” il suo pensiero al riguardo: “Se dunque S. Michele è il custode di tutta la Chiesa e il difensore di tutte le grandi Opere divine, non era conveniente che a Lui fosse affidata la difesa di questa grande Opera di Dio nell’epoca moderna, che è il Santuario di Pompei?”. Concedete a tutti noi l'amore vostro costante, e in modo speciale la vostra materna benedizione. 5. Misericordia per tutti, o Madre di Misericordia. Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio , ora e sempre nei secoli dei No, non ci leveremo dai vostri piedi, non ci staccheremo dalle vostre ginocchia, finché non ci avrete benedetti. Ulteriori dimostrazioni sono rappresentate, poi, dai tantissimi ex-voto di ringraziamento deposti nel corso dei decenni dai fedeli nelle sale retrostanti la Basilica. Ogni anno partecipano alla supplica, che è una semplice preghiera alla Madonna scritta da Longo e modificata più volte nel corso degli anni, decine di migliaia di persone, che visiteranno quello che è diventato, nel tempo, uno dei principali centro della spiritualità mariana in Italia, insieme alla Santa Casa di Loreto, nelle Marche. Da quel trono, o Vergine pietosa, rivolgi, o Madre, sopra di me gli occhi tuoi ed abbi pietà: ho tanto bisogno del tuo soccorso. Non ha Gesù riposto nelle vostre mani tutti i tesori delle sue grazie e delle sue misericordie? Ah, no! Ma Voi ricordatevi che sulla vetta del Golgota raccoglieste le ultime stille di quel sangue divino e l'ultimo testamento del Redentore moribondo. Tu vuoi tergere le nostre lacrime, vuoi lenire i nostri affanni! Alla Madonna del Rosario è dedicato il noto Santuario di Pompei, la cui costruzione, a poca distanza dai resti archeologici della città romana sepolta dal Vesuvio, ebbe inizio l’8 maggio 1876. Fu il beato Bartolo Longo, l’uomo che alla fine dell’Ottocento avviò la devozione della Madre di Dio nella piccola cittadina nell’entroterra napoletano, a scegliere le due date. Nel 2009 consegue con il massimo dei voti il titolo di Dottore in Conservazione dei beni culturali dell'Università presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2011, presso lo stesso ateneo e con il medesimo esito, il titolo di Dottore Magistrale in Archeologia. 1. Nato a Taranto nel 1986, Angelo Zito frequenta il liceo classico conseguendo la maturità classica nel 2005 con il punteggio di 97/100. E noi confidiamo pienamente in Voi, ci gettiamo ai vostri piedi, ci abbandoniamo come deboli figli tra le braccia della più tenera fra le madri, ed oggi stesso, sì, oggi da Voi aspettiamo le sospirate grazie. aggiungete ancor questo, o Madre: concedete il trionfo alla Religione e la pace alla umana società. da quel trono di clemenza ove sedete Regina, volgete, o Maria, lo sguardo vostro pietoso verso di noi, su tutte le nostre famiglie, sull'Italia, sull'Europa, su tutta la Chiesa; e vi prenda compassione degli affanni in cui volgiamo e dei travagli che ne amareggiano la vita. Oggi mostratevi a tutti, qual siete, Regina di pace e di perdono. E noi confidiamo pienamente in Voi, ci gettiamo ai vostri piedi, ci abbandoniamo come deboli figli tra le braccia della più tenera fra le madri, ed oggi stesso, sì, oggi da Voi aspettiamo le sospirate grazie. Purtroppo, come già accaduto per diverse ricorrenze nell’arco degli ultimi due mesi, a causa dell’emergenza Covid-19 la “supplica” alla Madonna del Rosario avverrà a porte chiuse nella Basilica di Pompei. pietà oggi imploriamo per le nazioni traviate, per tutta l'Europa, per tutto il mondo, che torni pentito al cuor vostro.

Figura Di Ulisse, Clinica Costa Formia Numero Telefonico, Nomi Giapponesi Femminili Divertenti, Calorie Pizza Margherita Al Tegamino, Auguri Di Buon Compleanno Simona, Santa Carmela Giorno, Scoglio Del Catalano, Eden Park San Bartolomeo Recensioni, Ptof Direzione Didattica Guspini, Italia 2 Numero Canale, Supplica Alla Madonna Di Pompei 2020,